Seleziona una pagina

Prima degli occhiali da sole

Apr 30, 2020 | Did You Know?

Come e dove sono nati gli occhiali da sole? Dove il sole non tramonta mai, naturalmente. Furono gli Inuit e gli Yupik a inventare le prime mascherine per proteggere gli occhi dalla luce abbagliante dell’Artico.

I popoli eschimesi, che vivono tra il nord dell’Alaska, del Canada e della Groenlandia (Inuit) oppure l’ovest dell’Alaska e l’estremo oriente della Russia (Yupik), hanno avuto un’ottima intuizione.

occhiali da sole eschimesi

Se i nostri occhi sono sovraesposti ai raggi solari, infatti, tendiamo a socchiuderli fino al punto in cui le palpebre creano una fessura sottilissima.

Gli antenati degli occhiali, detti ​ilgaak​ in Inuktitut e ​nigaugek​ in lingua Yupik, venivano realizzati dagli indigeni con quel poco che l’Artico mettevano loro a disposizione: legno, osso, avorio di tricheco, pelle e perfino.. alghe marine.

A guardarli oggi, è lampante che gli indigeni non rinunciassero mai a un pizzico di stile. Come gli occhiali moderni, gli​ ilgaak​ venivano decorati e modellati sul viso di chi li indossava per renderli ergonomici e belli.

Una curiosità… In alcuni casi veniva applicata una manciata di fuliggine all’interno della buffa montatura senzai lenti.
Il motivo? Ridurre l’abbagliamento evitando i riflessi, pratica diffusa ancora oggi nel football americano. Il “Nero per gli occhi” (​Eye Black​) si usa infatti per difendersi dai potentissimi riflettori che illuminano gli stadi…